logotype





Storia

I "FramMenti Salentine" nascono a Torino nell'ottobre del 2006, da un idea di Gianluca Rizzello e Stefano Donno, con il progetto di diffondere la tradizione musicale salentina. Il nome “FramMenti Salentine” nasce dalla “frammentazione” degli elementi non residenti tutti nella stessa città. Questo sparpagliamento rende il gruppo debole sotto alcuni aspetti, ma il piacere di suonare assieme e la voglia di incontrarsi e condividere lo stesso palco è stata da sempre più forte di qualsiasi altra difficoltà logistica.
Attualmente Il gruppo è costituito da nove elementi:

Stefano Donno (tamburello,voce),proveniente da Corigliano D'Otranto (LE) da sempre immerso nel cuore della musica popolare Salentina è lui che sviluppa la maggior parte delle idee musicali e a lui spetta la gestione tecnica del gruppo;

Gianluca Rizzello (voce ),proveniente da Spongano (LE) rappresenta lo spirito popolare dei FramMenti, con essi cresce e conquista il pubblico  grazie alla genuinità e alla passione per la musica che promuove. Si occupa della gestione commerciale del gruppo e diventa il collante tra gli elementi;

Adriano La Sorda (prima chitarra) proveniente da Pescara,entra a far parte del gruppo sin dall'inizio e grazie alla grande duttilità musicale sposa in pieno la trazione salentina. I suoi arpeggi fanno da tappeto in ogni brano;

Luigi Vernazza (chitarra) proveniente da Merine (LE) inizia a far parte dei framMenti sin dal secondo concerto,contribuendo così ad un completamento del gruppo e alla creazione di ogni brano dal 2006 al 2009;

Antonietta D'Attis (voce) proveniente da S.Pietro Vernotico (BR) approda nei Fms nel 2007, innamorata della musica popolare entra a far parte come seconda voce e ballerina, Insieme a Stefano si occupano di creare l'attesa del pubblico prima di ogni concerto...;

Roberta Longo (flauto traverso)proveniente da Lizzanello (LE) dal 208 con i frammenti parte con lei il primo salto di qualità del gruppo. Grazie alle sue indiscutibili qualità permette al gruppo di esprimere i pensieri in musica . Insieme alle percussioni rappresenta una sorta di metronomo in quasi tutti i brani dei frammenti;

Daniele Catino (organetto)proveniente dalla provincia di Salerno, alla fine del 2008 il mago dell'organetto arriva nei FMS. Da sempre immerso nella musica popolare, con i sui“ricami musicali” sin dall'inizio,da una frizzante carica  alla musicalità di ogni brano abbinandola alla sua sempre fresca fantasia musicale, conquista il pubblico in poco tempo e si aggiudica il nomignolo thzunami;

Luca Barrotta (fisarmonica)proveniente da Corigliano D'Otranto approda nei frammenti nel 2009 Per i Frammenti si rivela il perfetto connubio tra allegria ed eleganza. chiamasi “ciliegina sulla torta” un mix  esperienza e tecnica musicale che al primo grande evento fa esplodere tutto il pubblico di Montegranaro;

Alessandro Zurlo (new entry chitarra acustica) proveniente da Ostuni (BR), approda nei frammenti nel 2010 é la giovane promessa dei frammenti con un futuro da “kebabaro”.

 

ll gruppo vanta il seguito di un pubblico prettamente salentino, differenziandosi dalle altre formazioni presenti sul territorio piemontese, inoltre conserva un'attenzione particolare verso tutti i canti popolari salentini arrangiando ogni pezzo  cercando di non stravolgere l'essenza e il fascino della tradizione in ogni singolo brano.

Come nell'antica tradizione, i componenti dei Frammenti sono musicisti per passione e sono accomunati da un rapporto di forte amicizia.

 

La continua ricerca delle proprie radici e tradizioni da un senso a tutto ciò che noi siamo e fortifica lo spirito di ognuno!

A volte basta cercare con cura nei canti antichi, senza fermarsi allo strato di superficie che in genere il commercio ci propone in modo insistente, per trovare tante motivazioni per essere felici.

La musica popolare, di qualsiasi provenienza essa sia, va rispettata e difesa da qualsiasi forma di speculazione. Cantare ,suonare, ballare non è semplice, ma trasmettere le tradizioni è molto più difficile.

Gianluca Rizzello